Previous Page  6 / 70 Next Page
Information
Show Menu
Previous Page 6 / 70 Next Page
Page Background

4

SETTEMBRE

2018 |

PLUS MAGAZINE

Con la tua risata contagiosa dai l’idea

di essere una persona molto solare,

allegra, positiva.

Ma guarda,

(pausa)

, anche io come tutti ho

le mie giornate no e devo dire che quando

sono no, sono proprio no!

(ride)

. In genere,

però, non mi piace pesare sugli altri o essere

pesante; magari con chi mi conosce da anni

mi prendo la libertà ma con gli amici e con

le altre persone preferisco evitare.

Sei circondata dalla tua famiglia nella

gestione dei tuoi affari. Quanto è

importante questo aspetto per te?

La famiglia ti dà una garanzia di sincerità. Poi

si discute molto e molte volte ma il punto di

partenza è la sincerità.

Non vivi più a Londra?

Sono tornata. Ho vissuto tre anni lì, ora fac-

cio un po’ la spola. Ultimamente con questi

attentati ho anche un po’ paura di stare a

Londra. Però ogni volta che torno lassù ho

la sensazione di mettere la testa fuori da un

vaso. Trovo le novità che da noi arrivano con

un paio d’anni di ritardo e mi vengono idee

su cui lavorare. Ma ti dirò che anche Roma

sta rinascendo: per la musica ci sono tanti

posti nuovi dove suonare. Si sta ricostituen-

do un bel giro di locali dove si fa musica in-

dipendente, anzi direi più che indipendente

musica originale e non cover.

Cosa ti piace di più dell’essere in tour?

Mi piace cantare i pezzi insieme al pubblico,

amo lo scambio di energia e più il pubblico

è attivo più mi diverto.

Hai ricevuto premi per la sceneggiatura

e la regia dei tuoi video, che spesso sei

tu stessa a curare. Penso ad esempio a

“Vuoto a perdere”, a “Poi inventi il mondo”.

Sei laureata in critica cinematografica.

Ultimo film visto?

Non ricordo, forse

“It”

. Sono una grande fan

degli horror. Ultimamente sono un’amante

delle serie televisive, sembra che le faccia-

no ancora meglio dei film.

Ti piacerebbe condurre qualcosa in tv?

Perché no. Sicuramente sarebbe un program-

ma di musica, da fare sullo stile di Bollani.

Invece, dopo il tour estivo e la meritata

luna di miele, cosa farai?

Vorrei programmare un tour indoor, visto

che la musica è molto veloce chissà magari

già a novembre ma per il momento mi godo

gli ultimi live.

Al Baglioni bis farai un pensierino?

No, ma che scherzi!

(ride)

. Claudio ha fatto

un grande festival e sono sicura che si ripe-

terà, anzi glielo auguro, ma io ho bisogno di

rilassarmi.

Insomma dai con la testa sei già su

un’isola… E magari ti vedi già mamma.

Magari.

Beh, allora come augurio ti cito:

“Ma il cuore mio lo so. È come un aquilone.

Che vola sopra il cielo e si abbandona ad

un tifone” e cosa c’è di meglio di un

bambino per far volare un aquilone?

COPERTINA