Table of Contents Table of Contents
Previous Page  26 / 68 Next Page
Information
Show Menu
Previous Page 26 / 68 Next Page
Page Background

Protagonisti

“A

nche oggi si dorme domani, e la not-

te si confonde con il giorno!”.

È racchiusa in questa

frase tutta l’operatività dell’Arma dei Carabinieri,

uomini e donne che operano in silenzio, all’ombra

dei riflettori e con la forza dell’impegno, 365 giorni

all’anno 24 ore su 24, nella componente aerea, na-

vale e di terra per garantire la nostra sicurezza in

tutto lo stivale Italico. La “Benemerita”, così viene

affettuosamente chiamata l’Arma, è come un gran-

de mosaico e le tessere che la compongono sono

tantissime per un quadro d’insieme in cui vediamo

i vari reparti operativi nei loro ruoli, e il personale

di ogni grado agire con senso del dovere, equilibrio,

coraggio, lealtà, rigore, moralità, spirito di appar-

tenenza, di dedizione e soprattutto professionalità.

Tanto si è scritto e molto altro si scriverà su que-

sta Forza Armata autonoma: pittori e poeti hanno

esaltato le sue gesta, scrittori hanno immerso la loro

penna nell’Arma “catturando la sua Anima”, il Ci-

nema le ha dedicato ampio spazio con film ancora

impressi nella nostra memoria e non si contano le

fiction televisive come il Maresciallo Rocca.

Molteplici sono i compiti istituzionali a cui è chia-

mata: dalla difesa e integrità dei confini Nazio-

nali in sinergia con la Marina e Aeronautica, alla

partecipazione in missioni per il mantenimento

e ripristino della pace in aeree di crisi; in ambito

Internazionale presidia e protegge le sedi diploma-

tiche Italiane dislocate in paesi extracomunitari e

dell’Unione Europea; in ambito di ordine e sicu-

rezza pubblica controlla il territorio con una ca-

pillare rete di “stazioni” collocate in ogni parte del

Paese. Inoltre supporta la protezione civile per soc-

corsi alla popolazione impiegando uomini e mezzi

in caso di calamità naturali, meritando in questi

contesti numerosi riconoscimenti alla bandiera e

individuali.

L’Arma dei Carabinieri è nata il 13 luglio del 1814

e inizialmente era denominata “Corpo dei Carabi-

nieri Reali”. L’anniversario della fondazione ricorre

però il 5 giugno, in memoria della prima medaglia

d’oro al valore militare alla Bandiera. Il motto di

questa Forza Armata è

“Nei secoli fedele”.

Ora vi presentiamo l’Arma con le “ali”, nata come

struttura di volo autonoma nel 1965, confrontan-

doci con la sua componente aerea composta da 18

nuclei elicotteri, con aeromobili di ultima gene-

razione dislocati in tutto il territorio Nazionale.

Un’operatività a 360°, sempre pronti alla “chiama-

ta” con uomini e mezzi.

Siamo in visita al 4° Nucleo Elicotteri (NEC) di

stanza all’Aeroporto Militare di Pisa San Giusto e

abbiamo davanti a noi il Comandante del reparto,

il Maggiore Giacomo Pilosu (classe 1972), che ha al

proprio attivo oltre 2000 ore di volo su diversi tipi

di elicottero e diversificata esperienza in contesti

addestrativi ed operativi con forze speciali nazio-

nali e straniere.

Comandante quanti e quali sono i mezzi che com-

pongono il nucleo? I piloti in organico hanno una

specifica abilitazione? Il reparto per la manuten-

zione è autonomo o vi sono soggetti esterni pre-

posti? I velivoli sono predisposti per il trasporto

sanitario in caso di necessità?

Il reparto è dotato della sola linea elicotteri HH-412

per ragioni di impiego addestrativo ed operativo;

tutti i velivoli sono MFD (Multi Functional Di-

splay, ovvero con capacità di volo notturna che

consente anche l’impiego dei visori NVG–Night

Vision Googles). Tale capacità operativa

(n.d.r. il 4°

NEC è l’unico reparto distaccato tra quelli dipendenti

24

Tra cielo,

terra emare

INTERVISTA

di

VINCENZO SCARINGELLA

Maggiore Giacomo Pilosu