Previous Page  22 / 72 Next Page
Information
Show Menu
Previous Page 22 / 72 Next Page
Page Background

20

GIUGNO

2019 |

PLUS MAGAZINE

TECNOFUTURO

no-profit che ricomprende quelle imprese

FinTech più mature, che hanno raggiunto

una fase di stabilità e sentono la necessità

di avere un dialogo coordinato rispetto ad

istituzioni ed altri tipi di stakeholder.

Il FinTech District ha quindi un obiettivo di

business che Italia FinTech non può avere,

ma collaboriamo con il distretto su tutti i

temi specifici.

PSD2 e Open Banking sono già una realtà

per le banche: anche i clienti bancari meno

assidui si accorgeranno di questo grande

cambiamento nei prossimi mesi.

La nuova normativa ha accelerato

lo sviluppo delle FinTech, anche in Italia?

Assolutamente sì. Ed è singolare che sia

stato proprio il legislatore che ha generato

questa grande rivoluzione nel sistema ban-

cario. Nel settore dei Servizi Finanziari ovvia-

mente non si può prescindere da una rigida

legislazione per tutelare il risparmiatore.

Gli asset che trattiamo sono quelli dei nostri

clienti per cui bisogna averne tutta la cura

possibile.

Nei prossimi mesi vedremo il propagarsi de-

gli effetti della nuova normativa.

Ovviamente abbiamo diversi punti di atten-

zione: da una parte stiamo collaborando

con le banche per analizzare quali sono i

rischi associati all’adozione dell’Open Ban-

king. L’ultima cosa che vogliamo è che si

creino attriti o difficoltà nella protezione dei

dati dei clienti.

Su questo stiamo lavorando moltissimo sui

protocolli di sicurezza.

Vi è inoltre l’impegno sul fronte della comu-

nicazione verso la clientela, che ancora oggi

non è pronta o non è informata sulle novità

che arriveranno nei prossimi mesi.

Con PSD2 ad esempio per il cliente sarà

possibile diventare “proprietario dei propri

dati” e quindi trasferirli o comunicarli a ter-

ze parti che li potranno gestire fornendo un

valore aggiunto. Nei servizi di base vi sarà ad

esempio la visibilità aggregata di più conti

correnti presenti su varie banche o il paga-

mento automatico su conto corrente senza

passare dalla carta di credito.

Ma vi sono anche nuovi servizi più evoluti e

nuovi modelli di business quali ad esempio

una profilazione più puntuale del cliente in

base alla quale potranno essere effettuate

erogazioni di credito su specifici bisogni del

cliente stesso.